Paolo De Cuarto – Senza titolo – GBRA002

Paolo De Cuarto – Senza titolo – GBRA002

De Cuarto Paolo

L’estetica delle opere dell’artista Paolo De Cuarto si esplica tra Pop art e poetiche dell’oggetto. Infatti i suoi dipinti ed i suoi lavori di grafica si ispirano a vecchie insegne pubblicitarie e immagini di spot. Nella sua pratica artistica, quindi, l’oggetto stesso, scarto della società dei consumi, diviene opera ricontestualizzata dall’artista. Allo stesso tempo tutto […]

  • Tecnica: Serigrafia Polimaterica a 13 colori
  • Dimensione: 70x100

  • Codice prodotto: GBRA002

Visualizzazioni 136

DESCRIZIONE

L’estetica delle opere dell’artista Paolo De Cuarto si esplica tra Pop art e poetiche dell’oggetto. Infatti i suoi dipinti ed i suoi lavori di grafica si ispirano a vecchie insegne pubblicitarie e immagini di spot. Nella sua pratica artistica, quindi, l’oggetto stesso, scarto della società dei consumi, diviene opera ricontestualizzata dall’artista. Allo stesso tempo tutto ciò presuppone una meditazione sugli stili della comunicazione di massa ed il linguaggio pubblicitario che fa rientrare la ricerca di Paolo De Cuarto all’interno della Pop art.

Nella sua rielaborazione artistica di insegne e pubblicità l’artista Paolo De Cuarto prende le mosse dalla pratica del decollage, messa in opera dal suo famoso zio Mimmo Rotella. Per questo le sue insegne mostrano un accentuato degrado che, dal punto di vista estetico, dà immediatamente un’impronta romantica alle sue opere. L’insegna degradata e rovinata ha un’affascinante patina vintage, testimonianza della nostra memoria e della nostra cultura. Dal punto di vista concettuale, inoltre, il degrado dell’oggetto introduce in modo diretto, repentino, l’accidentalità del reale sull’opera d’arte, che in questo modo prende un nuovo significato. Così il gesto dell’artista che imita l’azione del tempo o quella delle intemperie sull’insegna pubblicitaria, trasferisce l’opera da una dimensione astratta a quella concreta dell’esistere.

Paolo De Cuarto a Catanzaro nel 1972. Nel 1994 si trasferisce a Milano per realizzare il suo sogno di diventare pittore. Inizia a lavorare nel bar Jamaica, frequentato da molti artisti soprattutto dell’area pop e new dada. Spinto anche dal lavoro dello zio Mimmo Rotella, nel 2002 decide di intraprendere il suo percorso espressivo da solo e comincia a dipingere usando quella tecnica particolare che poi gli porterà l’appellativo di “artista del muro vintage sulla tela”. Negli ultimi anni ha esposto in molte mostre sia private che pubbliche, creando un seguito di collezionisti delle sue opere, che ripercorrono la storia della pubblicità per illustrare con romanticismo nostalgico le variazioni della società italiana negli ultimi settanta anni.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2021 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440