Pietro Cavallero – Senza titolo

Pietro Cavallero – Senza titolo

Cavallero Pietro

All’interno del repertorio del pittore Pietro Cavallero, rientrano le scene di paesaggio. La tela guarda prospettivamente una veduta costiera, dove si incontrano elementi naturali e antropici, creando una dicotomia nell’opera. Il paesaggio e nel suo essere molto semplice ed immediato, con tendenza figurativa. Il paesaggio diventa protagonista della rappresentazione della tela, diventando soggetto stesso. Ogni periodo storico ha dato la propria interpretazione del paesaggio contribuendo all’evoluzione della sua descrizione: dapprima con una ricerca sullo spazio, tramite la prospettiva brunelleschiana nel primo Rinascimento; poi sulla resa atmosferica, nel Cinquecento; fino ad arrivare alla rappresentazione di ogni singola vibrazione della luce sugli […]

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 40x50
  • Anno: 1978

  • Codice prodotto: LTOM004

Visualizzazioni 217

DESCRIZIONE

All’interno del repertorio del pittore Pietro Cavallero, rientrano le scene di paesaggio. La tela guarda prospettivamente una veduta costiera, dove si incontrano elementi naturali e antropici, creando una dicotomia nell’opera. Il paesaggio e nel suo essere molto semplice ed immediato, con tendenza figurativa. Il paesaggio diventa protagonista della rappresentazione della tela, diventando soggetto stesso. Ogni periodo storico ha dato la propria interpretazione del paesaggio contribuendo all’evoluzione della sua descrizione: dapprima con una ricerca sullo spazio, tramite la prospettiva brunelleschiana nel primo Rinascimento; poi sulla resa atmosferica, nel Cinquecento; fino ad arrivare alla rappresentazione di ogni singola vibrazione della luce sugli oggetti nell’Impressionismo.

Il paesaggio costiero di Pietro Cavallero, interpreta una pittura serena e nitida che lascia spazio ad elementi naturalistici. La prospettiva che l’autore ha voluto donare all’opera si sposa bene con il soggetto stesso, poiché esso tende verso l’orizzonte. La superficie luminosa dona brillantezza al colore, molto forte e compatto, che in questo caso ha tendenze naif. Le forme e il volume degli oggetti hanno un buon equilibrio descrivendo un senso quiete e stasi. Lo spazio del paesaggio ha una buona proporzione pittorica, che viene descritta con una luce che la misura.

Pietro Cavallero fu un personaggio controverso. Invischiato alla fine degli anni 60’ in una serie di crimini, quali rapine e sequestri. L’arte, quando fu arrestato e condannato all’ergastolo presso il carcere di Porto Azzurro, divenne il mezzo di riscatto. La sua produzione pittorica, con tendenze naif, riscontra anche un gusto pittoresco. Nella sua interpretazione formale notiamo una evidente influenza impressionistica nella sua pennellata.

 


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447