Renzo Cordiviola – Sottovolta di Carlo Pisano

Renzo Cordiviola – Sottovolta di Carlo Pisano

Cordiviola Renzo

  • Tecnica: Acquaforte
  • Dimensione: 52x62
  • Anno: 1974

  • Certificato: Controfirmata
  • Stato di conservazione: Ottimo
  • Codice prodotto: RROC001

Visualizzazioni 827

DESCRIZIONE

Il soggetto del paesaggio urbano è già presente in epoca Medievale e Moderna, ma prevalentemente in maniera idealizzata. Le scene di vita cittadina diventano temi tipici con un’interpretazione più verosimile a partire dal XIX secolo. Ricordiamo come subito dopo le correnti realiste dell’Ottocento anche gli impressionisti diedero molta rilevanza al quotidiano, alla vita di tutti i giorni, con un certa predilezione, però, verso la frenesia della città, la folla, il traffico e ambientazioni tipicamente borghesi.

Queste acqueforti di Renzo Cordiviola mostrano l’elevata tecnica in possesso dell’artista genovese di adozione e gettano anche una luce sul suo modo di concepire  la veduta. Innanzitutto, dal punto di vista tecnico, possiamo apprezzare come Cordiviola sia molto abile nell’usare un elegantissimo tratteggio nero con il quale realizza una raffigurazione estremamente dettagliata. C’è una perfetta percezione dello spazio prospettico e gli oggetti sono volumetricamente delineati. Soprattutto a sbalordire è la ricchezza e la precisione dei particolari, anche nella distribuzione delle ombre. Tutto ciò, ovvero questo carattere da illustrazione fantastica, contribuisce a determinare un carattere poetico di queste vedute di Cordiviola. Tale sensazione viene coadiuvata anche dalla composizione che, costruita su dei tagli diagonali, dà all’immagine un carattere trasognato e sbilenco, da scenografia fiabesca.

Renzo Cordiviola è nato a Parma nel 1910 ed è scomparso a Genova nel 2000. Genovese di adozione si trasferisce nel capoluogo ligure nel 1912. Diventerà uno dei più amati interpreti dei luoghi della sua città. Fu molto amato dai genovesi anche per la sua personalità istrionica. Di formazione prevalentemente autodidatta, anche se aveva frequentato dei corsi privati, nel 1928 entra nel laboratorio d’incisione di Monguzzi. Vi rimane per cinque anni dopodichè si dedicò alla pittura, utilizzando prevalentemente olio e tempera, ma anche acquerello e inchiostro. A partire dagli anni ’60 ebbe un notevooe successo commerciale.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2021 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440