Romano Stefanelli – Primavera

Romano Stefanelli – Primavera

Stefanelli Romano

  • Tecnica: Olio su cartone telato
  • Dimensione: 40x30

  • Certificato: si
  • Codice prodotto: BMAT002

Visualizzazioni 452

DESCRIZIONE

Il paesaggio è stato da sempre protagonista nella ricerca artistica, sia come ambientazione, come sfondo, ma anche come soggetto esso stesso. La descrizione naturalistica del paesaggio è stata una delle maggiori aspirazioni per gli artisti di ogni epoca. Ogni periodo storico ha dato la propria interpretazione del paesaggio contribuendo all’evoluzione della sua descrizione: dapprima con una ricerca sullo spazio, tramite la prospettiva brunelleschiana nel primo Rinascimento; poi sulla resa atmosferica nel Cinquecento; fino ad arrivare alla rappresentazione di ogni singola vibrazione della luce sugli oggetti nell’Impressionismo.

L’artista Romano Stefanelli si distingue per una pittura di paesaggio nella quale ricerca vedute caratteristiche, piene di un proprio lirismo. Da qui, dunque, il gusto per lo scorcio pittoresco, per l’inquadratura suggestiva. A livello formale tutto ciò si risolve in un fare pittorico molto mosso e dinamico che garantisce freschezza ed immediatezza esecutiva. La sua pennellata, dunque, si caratterizza per un tocco notevolmente corsivo, fatto di guizzi repentini, efficaci nel registrare le vibrazioni luminose sugli oggetti. Lo possiamo vedere sopratutto nell’esecuzione dei fiori o nei guizzi di luce che si riverberano sulla veduta. Tutta la composizione è pervasa di un pacato realismo ed una freschezza derivante dalla capacità tecnica dell’artista.

Romano Stefanelli (Firenze, 1931 – 2016). La sua formazione avviene fin dall’età di 17 anni nello studio di Pietro Annigoni dove apprende le varie tecniche pittoriche e grafiche. Nel 1960 esegue a Londra la copia di un ritratto della regina. Vinto nel 1962 il Concorso Nazionale del Ritratto di Firenze, realizza due dipinti a tempera per la chiesa fiorentina della Divina Provvidenza e nel 1967 un grande affresco con L’Annunciazione nella chiesa di San Michele Arcangelo a Ponte Buggianese. Vertice della feconda attività artistica è stata giudicata dalla critica la trilogia di capolavori realizzata nel corso di un quindicennio nella chiesa di Santa Maria di Massarella. Ha esposto le sue opere nelle più importanti città italiane e all’estero dal 1968 anno dell’esordio alla galleria Levi di Milano. Tra gli affreschi più importanti si ricordano il soffitto del coro dell’abbazia di Montecassino, i cicli parietali delle chiese di Santa Maria Assunta a Quarrata (PT) e Santa Maria a Massarella (FI), singole opere nelle chiese di San Michele Arcangelo a Ponte Buggianese(PT) e di Santa Maria a Torri(FI).


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447