ROSETTA ACERBI – Senza titolo

ROSETTA ACERBI – Senza titolo

Acerbi Rosetta

   

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 45x35,5

  • Stato di conservazione: (cornice in foglia d’argento)
  • Codice prodotto: DGIU003

Visualizzazioni 179

DESCRIZIONE

I fiori come soggetto autonomo cominciano a comparire all’interno delle “nature morte”, genere che vede la luce agli inizi del XVII secolo. In seguito l’attenzione dei pittori per il mondo floreale, soprattutto con gli impressionisti, si fa sempre maggiore, in quanto occasione straordinaria per catturare vibrazioni cromatiche e luminose. Così i fiori vengono rappresentati non solo nei vasi, ma anche immersi nel loro paesaggio naturale. Se all’inizio della sua storia era un pretesto per i pittori per cimentarsi in una riproduzione fotografica della realtà, con l’arte contemporanea il soggetto dei fiori diventa anche un modo di interpretare la realtà.

Lo stile dell’artista Rosetta Acerbi si configura spesso, come in questa opera, come un minimalismo fortemente pittorico. Gli oggetti, infatti, vengono sintetizzati in maniera ridotta come se la pittrice ne stillasse dai loro dati sensibili l’essenza più pura. Per questo i fiori vengono trasformati da un gesto pittorico estremamente delicato che li concentra in una fusione policroma al centro del quadro. L’artista poi insiste proprio sull’elegantissimo equilibrio dei colori che si inserisce perfettamente nello spazio azzurro dell’opera. Tutta la composizione, nella sua stesura dinamica, è vibrante di vitalità e di luce.

Rosetta Acerbi è nata nel 1933 a Venezia. Ha vissuto e lavorato a Roma, dove è scomparsa nel 2019. Ha esordito da giovanissima e, dopo un’iniziale produzione astratta, la sua ricerca si è focalizzata soprattutto su un figurativo carico di connotazioni psicologiche e simboliche. Tante le mostre che l’hanno vista protagonista nella sua lunga carriera. Ricordiamo quelle a Venezia (Scuola Grande San Giovanni Evangelista), Parma (Chiesa di San Tiburzio), Parigi (Salle Pleyel e UNESCO), New York (Istituto Italiano di Cultura), Barcellona (Istituto Italiano di Cultura), Amburgo (Istituto Italiano di Cultura), Dubrovnik (Galleria Nazionale) e Zagabria (Istituto Italiano di Cultura). Inoltre ha partecipato, nel 1999, alla XIII Quadriennale d’Arte di Roma e, nel 2011, alla Biennale di Venezia.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2020 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440