Salvatore Gerardi – Senza titolo

Salvatore Gerardi – Senza titolo

Gerardi Selvatore

L’opera si rifà ad un linguaggio estetico informale. La devastazione portata dalla Seconda Guerra Mondiale lasciò un segno profondo nella civiltà occidentale che nelle arti visive si risolse anche in un’impossibilità di comunicare. Tale problematica per alcuni artisti sfociò in un rifiuto totale di qualsiasi linguaggio visivo che si tradusse nella nascita dell’Informale. Le varie […]

  • Tecnica: Tecnica mista
  • Dimensione: 80x100

  • Codice prodotto: PRIC001

Visualizzazioni 757

DESCRIZIONE

L’opera si rifà ad un linguaggio estetico informale. La devastazione portata dalla Seconda Guerra Mondiale lasciò un segno profondo nella civiltà occidentale che nelle arti visive si risolse anche in un’impossibilità di comunicare. Tale problematica per alcuni artisti sfociò in un rifiuto totale di qualsiasi linguaggio visivo che si tradusse nella nascita dell’Informale. Le varie correnti informali sono certo collegate all’Espressionismo Astratto americano, soprattutto per quanto riguarda la componente gestuale, ma si spingono oltre per quanto concerne il rifiuto di qualsiasi elemento figurativo, anche geometrico. La loro ricerca si spinge piuttosto verso la materia con cui compongono le loro opere. Tutto ciò è evidente nella produzione pittorica di Salvatore Gerardi, nel momento in cui questo artista ha concentrato gran parte della sua ricerca su una larga pennellata fatta di materia e gesto.

L’informale dell’artista Salvatore Gerardi si sviluppa su un esercizio percettivo. L’artista infatti parte dall’acquisizione dei dati sensibili e li rielabora nel suo personalissimo sentire. E così ogni composizione perde in maniera quasi definitiva il contatto con la realtà fenomenica per tradursi in una pura trasposizione di materia e gesto. In effetti Salvatore Gerardi vuole cogliere l’impressione della realtà che lo circonda, ma ciò lo porta a disgregare completamente la forma e a tradurre la sua percezione direttamente nella gestualità pittorica. Nella maggior parte delle sue opere questo vuol dire trasfigurare tutto in una pennellata molto larga e densa, fatta non solo di colore, ma anche di materiali non usuali come plastiche e metalli. Tale segno viene modellato dal gesto del pittore e attraverso di esso la composizione assume un aspetto quasi biologico. Tutto, comunque, rientra in uno schema controllato ed equilibrato, pur nel carattere istintivo di un’estetica espressionista ed astratta.

Salvatore Gerardi è nato a Roma nel 1938. La sua ricerca è partita dal figurativo e dallo studio dei grandi pittori del passato per poi distaccarsene completamente e intraprendere un proprio percorso originale, ispirato alle poetiche informali. Le sue opere sono connotate da elementi dall’aspetto biologico frutto della gestualità del pittore e dell’uso di materie dense.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447