Silvia Idili – In Assoluta Sintonia

Silvia Idili – In Assoluta Sintonia

Idili Silvia

  • Tecnica: Olio su Tavola
  • Dimensione: 60x40
  • Anno: 2011

  • Certificato:
  • Codice prodotto: gsav001

Visualizzazioni 418

DESCRIZIONE

L’estetica surrealista nasce intorno agli anni ’20 del XX secolo riguardando tutti i campi della ricerca artistica. Per quanto riguarda un discorso legato più propriamente alle arti visive, il surrealismo si pone come volontà di indagare il subconscio umano e riversarlo sull’opera d’arte attraverso un procedimento di scrittura meccanica basato sull’analisi dei sogni. Di conseguenza le opere d’arte surrealiste propongono la rappresentazione di una dimensione onirica, completamente dissociata dalla realtà. Tuttavia, spesso, tale rappresentazione si appoggia ad una resa formale di carattere iperrealista, proprio per accentuare, paradossalmente, il carattere illusorio e ambiguo della dimensione surreale. Per il tipo di soggetti che propone anche l’artista Silvia Idili può essere annoverata in un’estetica surrealista, ma rispetto all’avanguardia storica la sua produzione è del tutto originale, ibridandosi con il Simbolismo e la Metafisica. La pittrice di origine sarda sviluppa questa sua particolare poetica, del mistero e delle inquietudini, sostanzialmente in due tipi di soggetto. Scene corali di carattere quotidiano e familiare e ritratti, prevalentemente di donne.

L’interesse di Silvia Idili e le sue manipolazioni della realtà in senso misterioso a volte coinvolgono anche il mondo animale. I soggetti preferiti sono quelli dei cerbiatti colti nella naturalezza della loro esistenza. Ma anche in questo caso lo sfondo è sempre lo stesso, indefinito e immobile, dato dalla bicromia nero e verde e la scena viene attraversata da il solito elemento disturbante che cambia completamente la dimensione della rappresentazione. Nell’opera in oggetto il senso di straniamento viene dato dall’elemento geometrico-metafisico e così la sola presenza dei due animali da origine ad un complesso solido prismatico (memore anche di certe opere di Salvador Dalì). Dal punto di vista formale questo tipo di opere di Silvia Idili presentano una coerenza stilistica, ravvisabile in un’essenzialità che, nello spazio bidimensionale, delinea i soggetti con pochi particolari, rendendoli ancora più enigmatici. I loro vestiti, fascinosamente antiquati, costituiscono zone cromatiche compatte che vanno a dare vita a studiate armonie di colori. In questo contesto la pennellata di Silvia Idili non può che essere omogenea, anche se ricca di vibrazioni esistenziali.

Silvia Idili nasce a Cagliari nel 1982. Consegue la maturità artistica al Liceo Artistico Statale di Cagliari nell’anno 1999-2000, vive e lavora a Milano. Silvia Idili opera nell’ambito della pittura e dell’illustrazione. Si avvicina alla tecnica ad olio quasi per caso e da allora non ha mai smesso di utilizzarla. Le sue visioni oniriche prendono forma all’interno di paesaggi interiori complessi, fatti di campiture piatte e di pochi enigmatici elementi sui quali lo sguardo del fruitore è costretto a sostare. Da tempo affermata nel mondo dell’arte Silvia Idili ha esposto le sue opere in molte mostre sia in Italia che all’estero.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447