SILVIO FORMICHETTI – SENZA TITOLO

SILVIO FORMICHETTI – SENZA TITOLO

FORMICHETTI SILVIO

Silvio Formichetti nasce nel 1969 a Pratola Peligna (Aq). I primi lavori ritraggono nudi femminili e paesaggi dell’entroterra abruzzese. L’interesse per la pittura informale arriva a metà degli anni novanta. Si avvicina a Pollock, l’Action Painting americana e a Dova, Afro, Vedova e Hans Hartung. Nel 1999 passa all’astrattismo segnico e gestuale e nel 2011 viene invitato alla 54° Biennale di Venezia – padiglione […]

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 100X70
  • Anno: 2022

  • Certificato: SI - OPERA ARCHIVIATA
  • Galleria D'arte: Opus
  • Stato di conservazione: PERFETTO
  • Tiratura: OPERA UNICA
  • Codice prodotto: GALOP003

Visualizzazioni 928

DESCRIZIONE

Silvio Formichetti nasce nel 1969 a Pratola Peligna (Aq). I primi lavori ritraggono nudi femminili e paesaggi dell’entroterra abruzzese. L’interesse per la pittura informale arriva a metà degli anni novanta. Si avvicina a Pollock, l’Action Painting americana e a DovaAfroVedova e Hans Hartung.
Nel 1999 passa all’astrattismo segnico e gestuale e nel 2011 viene invitato alla 54° Biennale di Venezia – padiglione Italia a cura di Vittorio Sgarbi. In Italia tra le sue esposizioni si segnalano: le diverse partecipazioni alle “Rassegne internazionali d’Arte Contemporanea” di Sulmona (varie edizioni dal 1999 al 2016); personale al Palazzetto dei Nobili dell’Aquila, catalogo a cura di Carlo  Fabrizio Carli e XXX edizione  della “Rassegna internazionale d’arte di Sulmona” (2003); Museo nazionale d’Abruzzo de L’Aquila a cura di Leo Strozzieri e Pierpaolo Bellucci e Museo Diocesano “Francesco Gonzaga” di Mantova, a cura di Maurizio Gioia e Carlo Micheli (2007); Museo Michetti di Francavilla al Mare, con testi critici di Silvia Pegoraro e XIII Biennale Stauròs d’arte sacra, Museo di San Gabriele, Isola del Gran Sasso (2008); “Cromofobie”, Ex Aurum di Pescara a cura di Silvia Pegoraro  (2009); nel 2010 al Museo Colonna di Pescara, le sue opere vengono accostate a quelle di Mario Schifano nella mostra “Silvio Formichetti – Mario Schifano. Buio. Il confine del colore” a cura di Luca Beatrice.

Il progetto espositivo con il critico d’arte Luca Tommasi avviene nel 2006: le opere di Silvio Formichetti vengono esposte al Museo Nazionale degli Strumenti Musicali di Roma e nel 2007 presso il Refettorio quattrocentesco del Museo Nazionale del Palazzo di Venezia a Roma.

Nell’estate 2010 realizza presso il Museo Civico di Sulmona la mostra “Icone dell’invisibile” a cura di Silvia Pegoraro.

Sempre nel 2010 realizza la personale dal titolo “Labirinti dell’anima” presso lo spazio del Palazzo Guicciardini della Provincia di Milano nel capoluogo lombardo con testi critici a cura di Giovanni Faccenda .

IL 2011 lo vede impegnato, nella personale al Chiostro del Bramante di Roma  “Dialogo con l’infinito” a cura di Giovanni Faccenda, successivamente ad Albenga nel prestigioso contesto del Palazzo oddo con una personale curata da Paolo Levi dal titolo Alfabeti dell’anima. 

Nel 2012, alla Galleria Opus di Grottammare (Ap) The Big Rip, a cura di Giarmmando Di Marti, successivamente a Cassino (Fr) nel contesto del Teatro Manzoni presenta la personale dal titolo “Succisa Virescit”, a cura di Simona Pace e Roberto Franco. La mostra racconta le atrocità della seconda guerra mondiale vissute nella cittadina laziale con i bombardamenti e la ricostruzione.
Silvio Formichetti inaugura a Sofia (Bulgaria) nel mese di Giugno, presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna, la personale dal titolo “Bulgare Visioni ed a Varna (Bulgaria) presso la Graffity Art Gallery la personale “Architetture Cromatiche” a cura dell’Istituto Italiano di Cultura.

Nel 2013 Silvio Formichetti è protagonista con due importanti mostre personali. La prima a Terni presso la Galleria Canovaccio e la seconda alla Galleria Civica di Padova con “Energheia”. Entrambe le mostre riscuotono parecchio successo.
Nel mese di Novembre prende il via la personale di Silvio Formichetti a Bruxelles presso il Parlamento Europeo. Nell’Edificio Altiero Spinelli – “Espace Cheval” di Bruxelles infatti prende il via la mostra “I sentieri dell’anima”. L’esposizione, curata dall’artista, comprende una ventina di opere di medio formato, realizzate appositamente per l’evento.

Nel 2014 Silvio Formichetti è a Pescara con “Inferno. Allegorie della coscienza”. La mostra personale si tiene nello splendido Aurum – Fabbrica delle Idee. A cura di Lucia Arbace è invece “Opere”, la mostra delle opere storiche presso la Taverna Ducale di Popoli (Pescara). Nel mese di Settembre partecipa al 41° Premio Sulmona a Sulmona (L’Aquila).

Silvio Formichetti entra nel 2015 nella pubblicazione PRAESTIGIUM ITALIA II il prestigioso catalogo che segue la collezione internazionale di Luciano Benetton “IMAGO MUNDI Luciano Benetton Collection”espone con una personale a Berlino presso la InArt Werkkunst Gallery e fa parte degli artisti contemporanei alla collettiva 44th parallels di Albenga (GR).

Il 2016 parte con “Evoluzione del silenzio” mostra personale a Umbertide (PG) nella splendida Rocca. La mostra è a cura di Anna Amendolagine. Partecipa al 43° Premio Sulmona a Sulmona (L’Aquila).

Nel 2017 in occasione del bimillenario della morte di “Ovidio”, presenta in una mostra personale, un corpus di n.15 opere di grandi dimensioni nel suggestivo complesso del Museo Civico della SS. Annunziata di Sulmona dal titolo: “Omnia Mutantur”. Sempre nel 2017 partecipa alla 44a edizione del Premio Sulmona.

Nel mese di Aprile 2018 gli viene assegnato l’Award Certilux per l’arte “Made in Italy.
“Il silenzio che urla” Ascoli Piceno è la mostra dal 7 luglio al 2 Settembre 2018. La mostra è a cura Stefano Papetti con prefazione di Vittorio Sgarbi.
Dal 22 settembre al 6 ottobre, Silvio Formichetti espone alla galleria Contempo a Pergine Valsugana (Trento) la mostra “Vulcanico” a cura di Anna Amendolagine.
Dal 3 al 24 Novembre 2018 Silvio Formichetti espone al Centro Cultura di Villa Brivio a Nova Milanese (MB). La mostra “Informale incontro” è a cura dell’Arch. Antonio Lombrado e della Prof.ssa Cristina Buraschi.

Nel 2019 viene selezionato per la prima edizione della mostra “I mille di Sgarbi” a Cervia (Ra) presso i Magazzini del Sale. La selezione, la mostra e il catalogo sono a cura di Vittorio Sgarbi. Dal 31 maggio al 9 giugno 2019.
Espone alla CristianoArtGallery, Samo Collection, Ars Interamna – Pignataro Interamna (FR) con “AB IMO PECTORE” e partecipa al 46° Premio Sulmona.

Nel 2019 presenta 15 opere presso la Galleria d’Arte M2 a Napoli a cura di Massimo Carpentieri.

Nel 2020 l’attività Espositiva prosegue nonostante le difficoltà inerenti il COVID-19. Partecipa al 25 Premio Cimitile presso il Complesso Basilicale Paleocristiana di Cimitile affiancato dai colossi della pittura Italiana in occasione del cinquecentesimo dalla morte di Raffaello a cura di Giuseppe Bacci.

La personale presso la Galleria Civica di San Donà di Piave dal titolo SILVIO FORMICHETTI “IN” a cura di Alain Chivilò.

Nel giugno 2022 espone a Grottamare (Ascoli Piceno) con la personale “La spaziatura del pensiero – dal diario Danese” curata dal professore Giarmando Dimarti.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447