Stella Tasca – Ciò che é possibile

Stella Tasca – Ciò che é possibile

Tasca Stella

  • Tecnica: Mista su tela
  • Dimensione: 60x80

  • Codice prodotto: LPAC003

Visualizzazioni 197

DESCRIZIONE

L’opera si rifà ad un’estetica pop nel senso dell’uso di un linguaggio mediatico, appunto, popolare. In questo caso lo stile della presente opera è riconducibile alla sottocultura della street art ed alle varie forme di arte urbana che prevedono l’uso di vernici spray, adesivi o stencil. La street art, generalmente associata da un punto di vista musicale alla cultura Punk o Hip- hop, spesso si identifica come mezzo di protesta verso la società consumistica o i diritti negati alle minoranze. Cosicché si instaura quel doppio legame, che è tipico dell’estetica pop, che consiste nell’innalzare un prodotto della cultura popolare a vera e propria opera d’arte e, allo stesso tempo, trasformare l’opera d’arte in qualcosa di assolutamente semplice ed immediato, come può essere appunto il linguaggio dei graffiti.

Stabilito quanto sia evidente il legame tra le opere di Stella Tasca e la street art possiamo addentrarci in un’analisi più specifica dell’estetica usata da questa artista. Stella Tasca attua il suo processo creativo sovrapponendo diversi gesti pittorici e mescolando in maniera sequenziale, non solo le tecniche, ma anche i media formali (figurazione, parole, action painting). È evidente che gran parte del lavoro poggia sull’uso degli stencil e della vernice spray, ma a questa tecnica “urbana” Stella Tasca unisce, in un flusso creativo armonioso e senza barriere, il suo gesto pittorico più diretto, collegato alle poetiche dell’espressionismo astratto americano. In questo modo l’artista opera una sporcatura che rende la composizione più viva, partecipe di una dimensione reale. Fondamentale è anche la fascinazione tutta contemporanea, per la parola scritta nella sua qualità, non solo di significato, ma anche di significante.

Stella Tasca è nata a Roma nel 1977, città dove vive e lavora. Proveniente da una famiglia di serigrafi e sarti, si avvicina da subito al mondo dell’arte diplomandosi all’Accademia di Belle Arti di Roma e al corso di curatela organizzato da Ludovico Pratesi e Costantino Dorazio. Nel 2003 apre la Galleria Stella nel centro di Roma, luogo in cui espongono i maggiori esponenti romani della subcultura underground. Nel 2006 apre Temporary Love Gallery, un concept store di oggetti d’arte e moda in serie limitata disegnati da artisti contemporanei. Tra il 2010 e il 2014 collabora con l’artista spagnola Maria Angeles Vila Tortosa al progetto di oggetti d’arredo Le Sorelle Carillon e nel 2012 scrive il suo primo racconto Il Club della Balena, con le illustrazioni di Valentina Zummo. Nell’aprile 2017 partecipa alla mostra “Cross The Streets” al MACRO di Roma. Dal 2016 collabora con la galleria Parione9 di Roma.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2022 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447