Tomaso Pizio – Senza titolo

Tomaso Pizio – Senza titolo

Pizio Tomaso

  • Tecnica: Litografia su carta
  • Dimensione: 43x57

  • Tiratura: Esemplare 12/50
  • Codice prodotto: MMIG001

Visualizzazioni 218

DESCRIZIONE

Animale nobile, simbolo di bellezza ed armonia il cavallo è stato più volte un soggetto protagonista nella storia dell’arte. A partire dal Trecento la sua presenza è sempre stata d’obbligo nelle scene di battaglia o nei monumenti equestri e, per i pittori, è sempre stata una sfida quella di rappresentarlo con precisione anatomica e resa naturalistica.

Questa litografia risulta molto interessante per apprezzare lo studio dell’artista Tomaso Pizio nei confronti della figura in movimento. Per Pizio la base resta sempre la realtà di una raffigurazione concreta e tangibile, immediatamente rapportabile con il soggetto. Ma l’artista, allo stesso tempo, sente il bisogno di andare oltre il semplice dato fenomenico e integrarlo con la propria soggettività. Per questo la figura subisce delle deformazioni che però hanno un ruolo fondamentale in chiave espressiva. Pizio tende a gonfiare i volumi, scomponendoli in uno spazio complesso, esaltandone il plasticismo ed il dinamismo. Tutto ciò a scapito dei dati fisionomici e realistici, i quali non interessano all’artista. In questo modo, infatti, egli elabora una figura sintetica, dalla potenza espressiva suggestiva.

Tomaso Pizio nasce a Schilpario il 17 settembre 1932. Nel 1973 ottiene il premio “Burchert” a Kempen, nello stesso anno partecipa vittoriosamente alla Seconda Biennale d’Arte “Grandi Maestri Contemporanei” a Milano e alla Terza Biennale Europea a Montecarlo; nel 1992 a Fidenza ottiene la nomina a membro Honoris Causa ; nel 2000 viene premiato dalla Camera di Commercio di Bergamo e gli viene conferita la medaglia d’oro al valore artistico; nel luglio 2003 viene consegnato alla Famiglia il Primo Premio Internazionale della Città dei Castelli a Caltanissetta, presso la Sala mostre di Palazzo del Carmine Associazione Culturale Arte & Società; nel 2006 gli viene riconosciuto il Premio Ulisse alla memoria presso la Sala del Consiglio Provinciale di Bergamo. Da notare le opere in musei e collezioni pubbliche: Washington: Ambasciata Italiana – The national Italia, American Foundation – Amnesty International Usa; Pompei: pinacoteca L. Ametrano; Bergamo: Accademia Carrara; Monaco: CFM Credit Agricol Indosuez; Russia; Sry Lanka; Brasile; Perù; Australia; Canada; Francia; Spagna; Svizzera; Hong Kong; Macao; Portogallo; Jugoslavia; Venezuela; Museo di San Marino.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447