Ugo Attardi – Guardava la città dormiente

Ugo Attardi – Guardava la città dormiente

Attardi Ugo

  • Tecnica: serigrafia polimaterica su tela a 49 passaggi di colori
  • Dimensione: 90x78
  • Anno: 2005

  • Certificato: si
  • Codice prodotto: SGIR003

Visualizzazioni 162

DESCRIZIONE

Nella storia dell’arte spesso si può fare una netta distinzione tra correnti stilistiche figurative o astratte. Quando, però, l’obiettivo di un’artista è quello di rappresentare un oggetto che abbia riscontro con la realtà fenomenica ma, allo stesso tempo, sia carico di significati reconditi e simbolici, questo confine può diventare labile. Il Simbolismo o l’Espressionismo sono correnti stilistiche emblematiche nell’aver interpretato la realtà in senso concettuale con una resa iconica delle immagini e un’interpretazione simbolica nell’uso del colore. L’artista Ugo Attardi spesso gioca con diversi livelli di linguaggi, soprattutto nelle opere di arte sacra, per spostare il significato delle immagini su un livello simbolico e spirituale. Così le sue opere presentano una fusione tra espressionismo e cubismo.

In questa opera Attardi fornisce un esempio della propria interpretazione dell’Espressionismo in cui tutto il processo di sintesi della realtà viene condotto sulla base del colore. E’ attraverso la stesura del colore, ricco di cromie dai toni accesi e antinaturalistici e di consistenza materiale, che i soggetti prendono forma in uno spazio bidimensionale e compresso. Tuttavia le forzature espressionistiche di Attardi non compromettono mai del tutto la lettura della realtà che rimane intuibile anche in un’opera come questa. Inoltre la figura centrale di Giovanni Paolo II diventa quasi un centro gravitazionale intorno al quale sembra interagire l’ambiente. Lo spazio intorno, infatti, va articolandosi secondo molteplici direttive e diverse linee prospettiche, con un’operazione memore dell’arte cubista. Gli edifici della città, così,si configurano come dei volumi puri, in una ricostruzione meccanica del paesaggio urbano.

Ugo Attardi, nato a Sori nel 1923 e scomparso a Roma nel 2006 è stato un pittore e uno scultore. Dopo un inizio di carriera astratto, in cui aveva aderito al gruppo Forma 1, negli anni ’50 si orienta verso l’Espressionismo, ispirandosi a Bacon e a Grosz. Ha partecipato a diverse edizioni della Biennale di Venezia e della Quadriennale di Roma ed ha esposto le sue opere in numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2021 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447