Ugo Caggiano – Senza titolo

Ugo Caggiano – Senza titolo

Caggiano Ugo

L’opera è una composizione di genere astratto. Astrarre deriva dal termine latino “Abstrahere” che vuol dire estrarre, tirare fuori. Il procedimento di astrazione, infatti, consiste nell’eliminare gli aspetti particolari e individuali di un oggetto per ricavarne un concetto universale. Da Kandinskij a Mondrian, da Pollock a Mirò molti pittori hanno spinto al massimo il processo […]

  • Tecnica: Tecnica mista
  • Dimensione: 53x35

  • Codice prodotto: RBER001

Visualizzazioni 699

DESCRIZIONE

L’opera è una composizione di genere astratto. Astrarre deriva dal termine latino “Abstrahere” che vuol dire estrarre, tirare fuori. Il procedimento di astrazione, infatti, consiste nell’eliminare gli aspetti particolari e individuali di un oggetto per ricavarne un concetto universale. Da Kandinskij a Mondrian, da Pollock a Mirò molti pittori hanno spinto al massimo il processo di astrazione nelle loro opere creando, paradossalmente, forme pure e colori puri che non esistono in natura o traducendo in immagini le loro emozioni e la loro istintualità. Ugo Caggiano è stato un maestro dell’astrattismo italiano. Nella sua visione pittorica, l’artista ha trasfigurato la realtà in una geometria magica e fantasiosa. Tra i suoi soggetti più ricorrenti troviamo le rappresentazioni di piccoli paesini, di cui l’opera in oggetto è un bellissimo esempio.

Nel linguaggio astratto di Ugo Caggiano la realtà fenomenica viene ricostruita mediante un’elegante stilizzazione geometrica. Così, con la raffinatezza che possiamo trovare in alcune composizioni di Paul Klee, un paesaggio viene trasformato in un equilibrato sistema di linee orizzontali, verticali e diagonali, forme quadrangolari e triangolari. Il carattere magico dell’astrattismo di Ugo Caggiano risulta, dunque, molto vicino a quello del maestro svizzero, tuttavia in Caggiano prevale un senso del fiabesco, dato da quella sua maniera un po’ sbilenca e trasognata di tracciare le sue geometrie. Inoltre nel pittore marchigiano la stilizzazione è molto più accentuata e la composizione viene risolta con pochissime linee e un esile grafismo che accentua il carattere segnico, e dunque enigmatico, dell’opera. Altre componenti fondamentali, per Ugo Caggiano, sono il colore e la materia. Dal punto di vista cromatico le opere presentano sempre un perfetto equilibrio dato dall’accostamento di pochi colori. Per quanto riguarda la materia, invece, il lato giocoso di Caggiano si esprime anche nella varietà degli stimoli percettivi data dall’uso di diversi materiali e consistenze.

Ugo Caggiano è nato a Petriolo nel 1941. Già professore all’Accademia di Belle Arti di Roma, ha partecipato a numerose mostre e concorsi e realizzato per la Rede Guzzini di Recanati una serie di orologi a rilievo. Alcune sue opere sono esposte in prestigiose collezioni private e in diversi musei tra i quali: Museo di Dunkerque (Francia), Museo Remo Brindisi (Lido di Spina Ferrara), Fondazione Sapone (Caserta). Ugo Caggiano è scomparso ad Urbisaglia nel 2020.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447