Vespignani – Senza titolo

Vespignani – Senza titolo

Vespignani

L’acquaforte non ha un soggetto vero e proprio, ha più il carattere di un esercizio di stile e fa parte del numeroso gruppo di incisioni in cui Renzo Vespignani dava prova della sua straordinaria tecnica. Infatti, anche se la scena potrebbe essere riconducibile ad un episodio di gioco in un campo di girasoli, la composizione […]

  • Tecnica: Studio acquaforte

  • Codice prodotto: MMAG001

Visualizzazioni 156

DESCRIZIONE

L’acquaforte non ha un soggetto vero e proprio, ha più il carattere di un esercizio di stile e fa parte del numeroso gruppo di incisioni in cui Renzo Vespignani dava prova della sua straordinaria tecnica. Infatti, anche se la scena potrebbe essere riconducibile ad un episodio di gioco in un campo di girasoli, la composizione si presenta come un insieme, senza soluzione di continuità, di soggetti ricorrenti nell’opera del maestro romano. Un ruolo particolare assume lo studio della figura umana, specialmente quella dei fanciulli così presenti nella produzione di Vespignani. Essi compaiono, in questa acquaforte, sia a figura intera, in movimento, sia nello studio più specifico del ritratto. In entrambi i casi i soggetti vengono interpretati con il realismo impeccabile tipico di Vespignani. Altro tema ricorrente è quello dei fiori e delle piante, che l’artista sa rappresentare con una perizia tecnica quasi didascalica, da manuale botanico.

Anche in questa acquaforte di pregevole fattura possiamo ammirare la qualità tecnica del pittore Renzo Vespignani nella riproduzione della figura umana e non solo. Vespignani è un artista capace di una resa naturalistica totale, caratterizzata da un altissimo livello di purezza formale. I tratti fisionomici sono rappresentati con grande verità in una forma morbida e levigata. I contorni sono indefiniti, grazie ad uno sfumato che permette ai soggetti di interagire naturalmente con lo spazio. Anche nel monocromo possiamo apprezzare, inoltre, il gioco delle ombre e delle luci che vanno a rilevare la consistenza volumetrica delle figure. Tuttavia Vespignani nelle sue opere è solito unire sempre tale purezza formale ad una concezione creativa dello spazio, dove elementi si fondono e si sovrappongono in una ricercata elaborazione dimensionale. In questo caso possiamo vedere come i soggetti bellissimi siano sovrapposti ad uno spazio complesso composto da nubi e da piante di girasoli. Il gioco delle trasparenze, che permette una perfetta interazione tra gli oggetti, è straordinario, frutto, ancora, della grandissima tecnica di Vespignani. È infatti un’elevatissima sensibilità di tocco il mezzo attraverso il quale l’artista riesce ad ottenere queste sovrapposizioni trasparenti. Tutto, dunque, si trasfigura in immagine eterea, non più percepibile tramite i sensi, ma proveniente dalla memoria.

Lorenzo Vespignani (Roma, 1924 – 2001), conosciuto come Renzo è stato un pittore un illustratore ed uno scenografo. La sua dote principale consiste proprio nell’abilità nella tecnica del disegno dal vero, che nella sua produzione pittorica si unisce anche ad una grande manualità nell’uso del colore. Nei dipinti di Vespignani, infatti, la precisione, l’iperrealismo del disegno vengono stemperati da un colore fluido, di una consistenza lattiginosa che riporta tutto ad una dimensione più onirica.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2020 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 01960870440