Vito Brattoli – Duomo di Moletta

Vito Brattoli – Duomo di Moletta

Brattoli Vito

Il dipinto può essere definito una scena di genere, ovvero la rappresentazione di un episodio di vita quotidiana che, apparentemente, non ha alcun elemento significativo. Questo tipo di soggetti domestici furono a lungo considerati come minori e cominciarono a diffondersi, nell’arte occidentale, solo a partire dal XVII secolo. Solo con lo sviluppo delle correnti realistiche […]

  • Tecnica: Tecnica mista su tela
  • Dimensione: 50X70
  • Anno: 1981

  • Codice prodotto: FGAD003

Visualizzazioni 283

DESCRIZIONE

Il dipinto può essere definito una scena di genere, ovvero la rappresentazione di un episodio di vita quotidiana che, apparentemente, non ha alcun elemento significativo. Questo tipo di soggetti domestici furono a lungo considerati come minori e cominciarono a diffondersi, nell’arte occidentale, solo a partire dal XVII secolo. Solo con lo sviluppo delle correnti realistiche ottocentesche i soggetti della vita di tutti i giorni furono considerati della stessa importanza di quelli storici o religiosi. L’artista Vito Brattoli si distingue, nella sua produzione pittorica, per uno schietto realismo ed un fare artistico a stretto contatto con la quotidianità. Per questo i suoi soggetti preferiti sono scene dalla vita di tutti i giorni o ritratti di personaggi umili e popolari. In questo dipinto Vito Brattoli inventa una composizione molto particolare. La scena viene inquadrata, in maniera suggestiva e teatrale, da un buco sulla tela che l’artista realizza in tromp-l’oeil.

Il linguaggio elaborato dall’artista Vito Brattoli può essere definito come un felice incontro tra uno schietto realismo e una notevole cura dei valori formali. Infatti questo pittore resta sempre a contatto con la realtà, descrivendo la vita quotidiana ed i soggetti dei suoi ritratti in maniera semplice e diretta. Allo stesso tempo, però, il suo fare artistico tende ad esaltare i volumi evitando eccessi pittorici ed i suoi soggetti hanno una grande evidenza plastica nello spazio dell’opera. Tutto ciò porta ad un certo carattere illusorio nelle opere di Brattoli e così i suoi dipinti, benché compiutamente realistici, sembrano immersi in un’atmosfera silenziosa e senza tempo, tendente al metafisico.

Vito Brattoli è nato a Molfetta nel 1950. Ha compiuto gli studi artistici prima all’Istituto Statale d’Arte, in seguito si è diplomato in scultura presso l’Accademia di Belle Arte di Bari. Dal 1980 vive e lavora a Milano, dove collabora con importanti artisti e gallerie di arte contemporanea. E’ titolare della cattedra di Figura e Ornato Modellato presso il Liceo Artistico Caravaggio di Milano.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


LE OPERE

Follow Us

© 2022 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447