Antonio Manzoni – Senza titolo

Antonio Manzoni – Senza titolo

Manzoni Antonio

Il paesaggio è stato da sempre protagonista nella ricerca artistica, sia come ambientazione, come sfondo, ma anche come soggetto esso stesso. La descrizione naturalistica del paesaggio è stata una delle maggiori aspirazioni per gli artisti di ogni epoca. Ogni periodo storico ha dato la propria interpretazione del paesaggio contribuendo all’evoluzione della sua descrizione: dapprima con […]

  • Tecnica: Olio
  • Dimensione: 35x40

  • Codice prodotto: EBOD001

Visualizzazioni 670

DESCRIZIONE

Il paesaggio è stato da sempre protagonista nella ricerca artistica, sia come ambientazione, come sfondo, ma anche come soggetto esso stesso. La descrizione naturalistica del paesaggio è stata una delle maggiori aspirazioni per gli artisti di ogni epoca. Ogni periodo storico ha dato la propria interpretazione del paesaggio contribuendo all’evoluzione della sua descrizione: dapprima con una ricerca sullo spazio, tramite la prospettiva brunelleschiana nel primo Rinascimento; poi sulla resa atmosferica nel Cinquecento; fino ad arrivare alla rappresentazione di ogni singola vibrazione della luce sugli oggetti nell’Impressionismo. Quest’opera di Antonio Manzoni è un chiaro esempio di paesaggio espressionista. La realtà viene interpretata in modo estremamente sintetico, con un esercizio di riduzione quasi brutale. La superficie è praticamente bidimensionale, senza concedere nulla alla profondità spaziale. Le pennellate delineano le forme in maniera molto tormentata e nervosa. Il colore è usato secondo un’interpretazione emotiva e spirituale, senza alcuna connessione con la realtà.

Antonio Manzoni si distingue sempre per la complessità della superficie pittorica che è elaboratissima. L’artista ha infatti ideato una tecnica notevole che lo porta a stendere sul supporto un colore denso e materico. In alcuni casi tale materia, che assume proprio una connotazione plastica, viene utilizzata per composizioni di gusto informale, dalla linea tormentata e fortemente espressionista. In altri casi, invece, Antonio Manzoni propone interventi più calligrafici, in una gestualità meno vigorosa. In questi casi protagonista è una vegetazione esile e fragile, rappresentata sempre in un’interpretazione informale.

Antonio Manzoni è stato un pittore originario di Robbiate, nato nel 1922 e scomparso nel 1987. Frequenta la sezione grafica dell’Istituto Feltrinelli di Milano dando spazio alle sue passioni artistiche. Dopo aver svolto vari mestieri, si avvicina definitivamente alla pittura negli anni ’50 iniziando quel lungo percorso che lo ha guidato verso la conquista della propria espressione artistica. Manzoni ha saputo coniugare un linguaggio d’ispirazione espressionista ad una complessa lavorazione della stesura pittorica materica ed informale. Numerose sono state le mostre personali e collettive.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447