Antonio Sannino – Lucrezia

Antonio Sannino – Lucrezia

Sannino Antonio

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 104x94

  • Codice prodotto: SSTE001

Visualizzazioni 3378

DESCRIZIONE

Nato a Napoli nel 1959, già da giovanissimo Sannino dimostra una spiccata predisposizione per l’arte. Espone in Italia e ben due volte in Giappone dopo una lunga permanenza in Gran Bretagna; ora la sua pittura porta nelle sale del Complesso Monumentale del Vittoriano un’esplosione cromatica vitale, un senso della natura vibrante dalla risonanza antica ma, allo stesso tempo, dalla valenza modernissima. Nei paesaggi di Sannino, nei campi di papaveri dai rossi squillanti, nei viali alberati intrisi di malinconia, nelle acque trasparenti dove la materia pittorica si fa mare, lago, fiume, nulla è contaminato dalla piccolezza del quotidiano, tutto è sublimato in un flusso costante e diretto tra l’anima e la tela. Le sue opere sono veri e propri “paesaggi dell’anima”.
Gli scorci delle tre città scelte come soggetto, New York, Roma e Napoli, assurgono a metafore dell’esistenza in cui ognuno di noi è calato senza quasi rendersene quasi conto. Tratti velocissimi del pennello, sprezzature guizzanti di colore, costruiscono paesaggi urbani privi della presenza dell’uomo, “undressed” appunto: denudati, nella loro universale quotidianità, spogliati dell’esistenza di macchine, pedoni, oggetti, autobus, per assurgere ad una dimensione assoluta, globale, nella quale la struttura del quadro è scarnificata e diviene “essenziale”.
“Undressed” è un progetto iniziato nel 2010 in cui ogni opera racconta un luogo quasi nascosto agli occhi dei passanti,” quasi sospeso in un’atmosfera senza tempo. Lo spazio urbano in queste grandi tele è esaltato, potente nella sua struttura. Il sentimento della natura pervade costantemente l’opera dell’artista. Il pittore sembra superare il malessere del frenetico vivere quotidiano cogliendo la mera forma, l’essenza dei paesaggi urbani che solo un artista sa trasformare grazie alla forza di una visione nuova.
Sannino si riappropria così dello spazio e del tempo e lo spettatore può vedere con occhi differenti la realtà in cui vive.
È un’arte solare e ombrosa allo stesso tempo quella di Sannino, intrisa a tratti dell’odore del mare, a tratti dell’odore della città e si tratta di una pittura fluida, piena allo stesso tempo della luce dorata dei tramonti e dei grigi plumbei, ferrosi, delle stazioni metropolitane.
È lo stesso artista ad esclamare “dipingo ciò che respiro parto da una visione onirica dell’elemento della natura che vorrei rappresentare, il colore mi è suggerito da un’emozione visiva”. Un ostinato e costante sentimento della natura pervade ogni tela.
Lo sguardo di Sannino accarezza l’aria, la terra, l’acqua, il fuoco e il suo pennello estrapola gli elementi naturali sublimandoli in una visione sognata. E così lo spettatore si trova avvolto ora da trasparenze cristalline, ora da boschi in cui pare di sentire il respiro del vento e foglie dorate costruiscono viali d’autunno. Il pittore ama fissare non mari lontani ma porzioni di acque che accarezzano i sassi oppure sprofondano negli abissi nei quali l’orizzonte è tutto interiore, quasi elemento spirituale. Trasparenze che, come scrive Sannino stesso, donano all’opera una percezione di purezza estremamente vitale, lasciando negli occhi dello spettatore uno specchio di vita incontaminata, quasi un omaggio alle radici mediterranee dell’artista partenopeo.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447