Felice Ludovisi – Armonie di silenzi

Felice Ludovisi – Armonie di silenzi

Ludovisi Felice

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 70x70

  • Certificato: si
  • Codice prodotto: BMAT001

Visualizzazioni 291

DESCRIZIONE

Il genere della “Natura Morta” vede la luce agli inizi del XVII secolo. Consiste nella rappresentazione di composizioni di soggetti inanimati, nella maggior parte dei casi fiori o frutta. Se all’inizio della sua storia era un’occasione per i pittori per cimentarsi in una riproduzione naturalistica o fotografica della realtà, con l’arte contemporanea la “Natura Morta” diventa anche un modo di interpretare la realtà. Infatti, come accadrà per esempio nell’avanguardia cubista o in Giorgio Morandi, la ricerca profonda sugli oggetti verrà finalizzata ad una rappresentazione concettuale, portata oltre il semplice dato sensibile.

Il linguaggio pittorico di Felice Ludovisi fa affidamento soprattutto sulle qualità espressive del colore. La struttura disegnativa e la griglia prospettica vengono completamente scardinate per lasciare spazio alla forza delle pennellate. Infatti il vigore con cui Ludovisi realizza le sue opere è tale da rasentare la gestualità tipica di un Espressionismo Astratto. Tuttavia l’artista si tiene ben saldo alla realtà fenomenica perché anche con le sue pennellate cariche di colore, riesce a delineare l’essenza del cesto di frutti con vigore espressivo. Notiamo un’accentuazione della sintesi coloristica anche nella costruzione dello spazio. La resa del soggetto è ancora più astratta, determinata da macchie di colore diluito. In questo contesto espressionistico, il colore acquisisce delle tonalità fauviste, generando contrasti violenti ricercati dal pittore. Il significato del colore, infatti, va ben oltre il naturalismo e assume una valenza altamente simbolica, evocativa e spirituale.

Felice Ludovisi, Viterbo 1917-2012. Si forma artisticamente a Roma dove arriva appena quindicenne. Nella Capitale consegue il diploma di maturità artistica e frequenta la facoltà di Architettura. Nel 1945 espone in una mostra collettiva e l’anno successivo allestisce la prima personale alla Galleria San Marco. Nel 1948 sue opere sono esposte al Museo Victoria and Albert di Londra. Nel 1968 è dedicata a Ludovisi una grande antologia che, allestita al Palazzo dei Priori di Viterbo, è successivamente trasferita all’Ente Premi Roma, Palazzo Barberini. Il 2 Giugno 1985, su proposta del Presidente del Consiglio, il Presidente della Repubblica conferisce a Felice Ludovisi 1’Onorificenza di Cavaliere di Gran Croce al Merito della Repubblica per motivi artistici. Nel 1987 su proposta dell’Assessorato alla Cultura della Regione Lazio è allestita a Roma, presso Palazzo Venezia, la Mostra Antologica Felice Ludovisi – Quaranta anni di pittura (1946-1986). Nel 1998 la sua città natale gli dedica la mostra antologica ‘Luce e colore di Felice Ludovisi’. Nel 2003 è esposto nella Cappella Palatina del Palazzo dei Priori di Viterbo il ciclo della Genesi, composto da otto dipinti precedentemente presentati alla Basilica di San Marco Evangelista di Roma.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447