Maurizio Delvecchio – Interno

Maurizio Delvecchio – Interno

Delvecchio Maurizio

Il genere della “Natura Morta” vede la luce agli inizi del XVII secolo. Consiste nella rappresentazione di composizioni di soggetti inanimati, nella maggior parte dei casi fiori o frutta. Se all’inizio della sua storia era un’occasione per i pittori per cimentarsi in una riproduzione naturalistica o fotografica della realtà, con l’arte contemporanea la “Natura Morta” […]

  • Tecnica: Olio su tela
  • Dimensione: 40x40
  • Anno: 2000

  • Codice prodotto: ALAM007

Visualizzazioni 808

DESCRIZIONE

Il genere della “Natura Morta” vede la luce agli inizi del XVII secolo. Consiste nella rappresentazione di composizioni di soggetti inanimati, nella maggior parte dei casi fiori o frutta. Se all’inizio della sua storia era un’occasione per i pittori per cimentarsi in una riproduzione naturalistica o fotografica della realtà, con l’arte contemporanea la “Natura Morta” diventa anche un modo di interpretare la realtà. Infatti, come accadrà per esempio nell’avanguardia cubista o in Giorgio Morandi, la ricerca profonda sugli oggetti verrà finalizzata ad una rappresentazione concettuale, portata oltre il semplice dato sensibile.

L’opera è davvero esemplare della straordinaria qualità pittorica dell’artista Maurizio Delvecchio. Infatti questa natura morta costituisce un eccellente brano di realismo, innanzitutto per la modalità quasi fotografica con la quale l’artista riproduce i dati sensibili del soggetto. Ma Maurizio Delvecchio ha la capacità di superare il livello di una semplice riproduzione, dimostrando quale sia l’apporto che un artista può dare nell’interpretazione della realtà. Infatti la sua pennellata risulta estremamente leggera atta a rendere tutto diafano e quasi inafferrabile, sia l’oggetto che lo spazio in cui viene accolto. In poche parole l’artista riesce a trasferire la stessa inafferabilità della percezione delle cose sulla tela, producendo un’immagine sfocata ma vibrante di esistenza. Tutto ciò, paradossalmente, è il frutto di un lungo e meditato studio sul modo di comprendere la realtà e la sua maniera di rappresentarla in una modalità viva e non illusoria.

Maurizio Delvecchio nasce a Basilea in Svizzera nel 1962 da una famiglia italiana. Sin da giovane è attratto dal disegno e dall’arte. Rientrato in Italia, con i genitori, si diploma al Liceo Artistico di Ravenna. In questo periodo inizia a dipingere e a fare le prime mostre. Nel 1985 si diploma presso l’Accademia di Belle Arti di Ravenna. Consegue il 1o premio del mensile “Arte” Giorgio Mondadori, nel 1998. Nel 2011 partecipa alla 54 Biennale di Venezia, Padiglione Italia. Vive e lavora a Cesenatico.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447