Remo Brindisi – Senza titolo

Brindisi Remo

Trittico di Multipli, dimensioni: 48X68 74X54 78X48  


  • Codice prodotto: ADOT001

Visualizzazioni 1401

DESCRIZIONE

Trittico di Multipli, dimensioni:

  • 48X68
  • 74X54
  • 78X48

 

Le opere di Remo Brindisi presentano sempre una marcata vocazione espressionista, ovvero che tende a porre l’accento sull’espressione delle emozioni. L’arte espressionista vuole gridare al mondo i propri stati d’animo e ostentarli con passione. Sul piano formale ciò si traduce in una resa sommaria delle figure, attraverso un tratto molto nervoso e movimentato, nonché nell’uso di una gamma cromatica violenta. Tali caratteristiche si trovano nelle avanguardie storiche dell’espressionismo: il Fauvismo e il movimento Die Brucke in Germania. Per questo i soggetti di Remo Brindisi sono costituiti spesso da figure astratte e percorse da deformazioni di tipo espressionistico di cui abbiamo due esempi in questa serie. La terza opera, invece, fa parte di una copiosa serie in cui Remo Brindisi si è concentrato su vedute della città di Venezia.

L’espressionismo di Remo Brindisi si esplica in una sintesi del soggetto fatta per esaltare il dinamismo, soprattutto nelle opere dalla figurazione più astratta come i due esempi di questa serie. Quelle che Brindisi mette in evidenza sono le potenzialità del movimento del soggetto che egli indica tramite uno spesso tratto nero, tracciato con una gestualità vigorosa. L’estetica di riferimento, così sintetica e concitata allo stesso tempo, è quella espressionista, tanto che la forma del soggetto viene praticamente annullata, soppressa dalla forza evocativa del segno pittorico. In poche parole la resa dei dati sensibili cede definitivamente il passo al ritmo della composizione ed alla gestualità del pittore che sono i veri protagonisti dell’opera. Nella serie di paesaggi veneziani possiamo vedere come l’artista, anche quando si rifà ad un’iconografia tradizionale come quella del paesaggio, opera una sintesi del soggetto condotta tramite linee curve, dall’andamento nervoso e dal tratto grossolano che lo avvicina al Fauvismo. In particolare nella serie di paesaggi veneziani si può constatare come l’artista sottoponga la realtà fenomenica a quella sintesi estrema, tra brutalismo ed infantilismo, condotta da segno e colore, che ricorda molto la maniera di Matisse. Anche dal punto di vista della tavolozza, la gamma cromatica aggressiva delle opere di Remo Brindisi può essere definita davvero Fauve.

Remo Brindisi è nato a Roma nel 1918 ed è scomparso a Lido di Spina nel 1996. La sua prima mostra personale è stata allestita a Firenze nel 1940. Da quel momento ha sempre riscosso grande notorietà. Famosi i suoi cicli pittorici le “Venezie”, gli “Oppositori”, i “Pastorelli, le “Maternità” . Ha dipinto anche un ciclo sulla storia del Fascismo. Le sue opere sono state esposte in numerose mostre in Italia e all’estero (Parigi, Nizza, Milano, Venezia, Roma al Cairo, a San Paolo del Brasile). Tra gli anni ’40 e ’50 ha partecipato a diverse edizioni della Quadriennale di Roma e della Biennale di Venezia.


RICHIESTA INFORMAZIONI



VendereQuadri è la prima piattaforma italiana per la compravendita d'arte online pensata per artisti, gallerie, collezionisti e privati.
Qualità garantita e transazioni sicure.


Follow Us

© 2024 - E' vietata la riproduzione anche parziale.
P. IVA, C.F. e Iscr. Reg. Imprese 02272650447